Perché affidarsi a un interior designer?

affidarsi a un interior designer

Affidarsi a un interior designer a qualcuno può sembrare eccessivo. Perché spendere soldi per un professionista quando possiamo fare da soli? Oggi come oggi infatti tra riviste di settore, Pinterest, blog e cataloghi abbiamo tutti un po’ l’impressione di poterci improvvisare architetti e far diventare la nostra casa degna di una copertina. Ma di solito, una volta finiti i lavori, siamo costretti a scontrarci con la dura realtà. C’è sempre qualcosa che non ci convince. Abbiamo azzardato troppo, o troppo poco. Oppure la soluzione geniale scovata sui social e replicata a casa nostra in realtà non si adatta al nostro ambiente o al nostro stile di vita.

Non tutte le stanze sono uguali

Il 2021, con il bonus ristrutturazioni che consente di eseguire i lavori a metà prezzo, è il momento perfetto per rimettere a nuovo gli ambienti più impegnativi della nostra casa. Se in un salotto un colore nuovo alle pareti e un bel copridivano possono fare la differenza non si può dire lo stesso per un bagno. Sanitari, pavimenti, rivestimenti, tubature, mobili… le scelte da fare sono tantissime e piuttosto definitive. Non si possono certo cambiare piastrelle con la stessa facilità con cui si pittura un muro! Ed è proprio in questi ambienti che affidarsi a un interior designer è una scelta più che mai intelligente.

3 motivi per affidarsi a un interior designer

  1. Risparmio Può sembrare una contraddizione, ma affidarsi a un interior designer consente di risparmiare tempo e, soprattutto, denaro. Niente giri estenuanti per negozi o serate passate su internet a scegliere colori, arredi e complementi. Ma soprattutto niente acquisti inutili fatti d’impulso. Un professionista ci chiederà qual è il budget a nostra disposizione, e lo rispetterà.

  2. Organizzazione Avere la casa a soqquadro per settimane con polvere, stanze inagibili e un viavai di operai e muratori non piace a nessuno. Un personal designer saprà organizzare al meglio i lavori in modo da evitare tutto questo. L’esperienza

  3. Bellezza e funzionalità Quando si progetta un nuovo ambiente la prima cosa a cui si pensa è l’estetica. Ma siamo sicuri che quello che ci piace tanto sia anche adatto al nostro stile di vita? E se poi ce ne pentissimo? Abbiamo bambini piccoli o progettiamo di averne? Abbiamo animali domestici? Siamo disposti a dedicare abbastanza tempo alla pulizia di vetri, specchi, laccature? Ci ricorderemo di innaffiare, potare, concimare e curare regolamente le piante che abbiamo scelto di tenere in casa? Sono tutti fattori che spesso non consideriamo, quando ci innamoriamo di un mobile o di un complemento d’arredo, ma che in poche settimane ci fanno pentire delle scelte fatte. Affidandoci a un professionista siamo sicuri che questo non accada.


Quanto costa un interior designer?

Affidarsi a un interior designer sembra avere un unico svantaggio: il costo. Si tratta di una voce variabile, dalle poche centinaia alle diverse migliaia di euro. Dipende da molti fattori tra cui l’esperienza e il “nome” del professionista scelto, la zona di lavoro e le dimensioni dell’ambiente da ristrutturare. In media la consulenza di un architetto per la ristrutturazione d’interni, a cui Per questo noi di Artecasa abbiamo deciso di mettere a disposizione di tutti i nostri clienti la consulenza gratuita di una interior designer laureata in architettura. Un aiuto prezioso per creare un ambiente bello, pratico e funzionale che duri nel tempo.

Leggi anche

iscriviti alla newsletter

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Il nostro staff è a tua disposizione
Hai bisogno di maggiori informazioni?
Il nostro staff è a tua disposizione